Risparmia fino al 65%

Rinnovata Detrazione IRPEF del 65% per la riqualificazione energetica e 50% per interventi di recupero edilizio fino al 31.12.2013

Con il decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri il 31 maggio 2013, infatti, è stata stabilita una nuova data entro la quale i cittadini potranno usufruire degli incentivi fiscali sui lavori di ristrutturazione e di miglioramento dell’efficienza energetica delle proprie case. Nello specifico, la proroga è stata estesa fino al 31 dicembre 2013 per le famiglie e i privati cittadini (sia per quanto riguarda le ristrutturazioni che gli interventi per il risparmio energetico), mentre per i condomini il termine ultimo è stato fissato per il 30 giugno 2014. Al centro del decreto, oltre alla conferma dell’agevolazione del 50% per gli interventi di ristrutturazione, ci sono anche alcune importanti novità: – l’incremento dell’ Econobonus per l’efficienza energetica, che dal 55% sale al 65%, con decorrenza già a partire dal 06/06/2013;   Interventi di RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Per quanto concerne l’Ecobonus per l’EFFICIENZA ENERGETICA, gli interventi presi in considerazione sono quelli riguardanti la sostituzione di finestre     comprensive di infissi, l‘istallazione di impianti solari e termicicaldaie a condensazioneisolamento pareti e gli interventi atti alla riqualificazione energetica in generale. L’incentivo fiscale ha subito un incremento, e dal precedente 55% è passato a 65% già a partire dal 06/06/2013, sempre con un tetto massimo di 92.307.69€. Come per il bonus sui lavori di ristrutturazione, la detrazione avverrà in 10 rate annuali.   RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE Per quanto riguarda le RISTRUTTURAZIONI, gli interventi coperti dalle agevolazioni sono quelli di manutenzione ordinaria e straordinariarestaurorisanamento conservativo e ristrutturazione edilizia (compresi infissi interni ed esterni). Il bonus per questi interventi sarà, come in precedenza, del 50% con un tetto massimo di 96.000€. Incluse nel bonus sono anche le spese per autorimesse o posti auto pertinenziali, nonché le spese di progettazione e per prestazioni professionali connesse all’esecuzione delle opere edilizie e alla messa a norma degli edifici. Dal 1 luglio 2013, quindi, si potrà usufruire di queste agevolazioni anche sui seguenti interventi: l’apertura di porte e finestre, il rifacimento del tetto e dei pavimenti, l’installazione della porta blindata. Le procedure da seguire per ottenere il beneficio fiscale rimangono invariate. Confermato il pagamento delle somme con bonifico bancario, la detrazione verrà effettuata in 10 rate annuali sulla dichiarazione dei redditi.   DETRAZIONE AL 65% Fruizione della detrazione del 65% (a partire dal 6 Giugno 2013) Per fruire delle detrazioni del 65%, limitatamente alla sostituzione di finestre comprensive di infissi in singole unità immobiliari non è richiesto l’attestato di qualificazione energetica. Per poter accedere al beneficio della detrazione è necessario compilare l’allegato F disponibile cliccando qui >> direttamente dal sito dell’ ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie).

TOP